Gramsci: Lettere dal carcere

Gramsci lettere dal carcere

Gramsci, “Lettere dal carcere”

«Dei fatti maturano nell’ombra, perché mani non sorvegliate da nessun controllo tessono la tela della vita collettiva, e la massa ignora. E quando i fatti che hanno maturato vengono a sfociare, e avvengono grandi sventure storiche, si crede che siano fatalità come i terremoti. Pochi si domandano allora: se avessi anch’io fatto il mio dovere di uomo, se avessi cercato di far valere la mia voce, il mio parere, la mia volontà, sarebbe successo ciò che è successo?»

Lettere dal carcere è il titolo con cui sono state pubblicate (in varie edizioni postume) le lettere inviate da Antonio Gramsci durante la sua lunga detenzione voluta dalla dittatura fascista per reprimere la sua attività di oppositore del regime.

L’opera è considerata un classico del ‘900, per il suo valore intellettuale, letterario e di testimonianza.

Un’opera indispensabile per conoscere questo originale pensatore, un gigante della cultura italiana del Novecento. Lettura da tenere sul comodino.

Leggi il libro

Potrebbero anche interessarti questi articoli